Month: marzo 2017

Eventi

  1. Qui troverete tutte le informazioni e le date sugli eventi, di cui sarà partecipe la nostra Associazione.

_________________________________________________

8 settembre 2021: 78° anniversario della battaglia di Porta San Paolo a Roma, primo simbolico ed altamente significativo atto della resistenza delle FF.AA. regolari italiani al nazifascismo

Si è tenuta lo scorso 8 settembre la consueta cerimonia a Porta San Paolo a Roma, alla presenza del Presidente della Repubblica Sanro Mattarella, al Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e alle altre Autorità civili e militari, che ha reso gli onori al monumento che ricorda il grande contributo dato dalle FF.AA. regolari italiane nella Guerra di Liberazione, costato la vita di oltre 87.000 militari caduti per la nostra Libertà. La Sezione ANCFARGL di Padova ha partecipato con la nostra bandiera.

_________________________________________________

7 settembre 2021: Consiglio Nazionale A.N.C.F.A.R.G.L.

      

Il Gen. C.A. Enrico Pino è stato eletto VicePresidente Nazionale per l’Esercito.

Roma, Sala Convegni Pio IX

L’Amb. Alessandro Cortese de Bosis lascia la Presidenza Nazionale al Gen. C.A. Sergio Filipponi

_______________________________________________

25 aprile 2021: 76° anniversario della Liberazione

Padova: la cerimonia per la Festa della Liberazione per ricordare anche il grande contributo e il sacrificio delle Forze Armate italiane nella Resistenza. Intervento di Anna Vivoda, Presidente della Sezione A.N.C.F.A.R.G.L. di Padova

                                 

 

               

    

___________________________________________________

25 aprile 2020: 75° anniversario della Liberazione

Alcune considerazioni sul 25 aprile del Gen. C.A. Enrico Pino  

La Festa della Liberazione è patrimonio di tutti gli Italiani, una eredità collettiva non “sequestrabile”

___________________________________________________

7-8 dicembre 2019: il 76^ anniversario della battaglia di Monte Lungo – Mignano Montelungo (CE)

Sacrario militare di Montelungo

Il Sindaco di Mignano Montelungo Dott. Antonio Verdone ricorda i caduti della battaglia di Monte Lungo:

“Tutti e sempre dovranno sapere che a Monte Lungo riposano gli Eroi del secondo Risorgimento italiano.”

Discorso del Sindaco di Mignano Monte Lungo Dr. Verdone 8.12.2019

 

Mignano Monte Lungo 7 dicembre 2019

_____________________________________________

6-15 dicembre 2019: Vicenza, Biblioteca civica Bertoliana

 

La mostra Uomini in Guerra 1943-1945 in esposizione a Vicenza

__________________________________________________

14 giugno 2019: Conferenza del Gen. C.A. Enrico Pino, Consigliere Nazionale ANCFARGL, presso l’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo

__________________________________________________

25 Aprile 2019: 74° Anniversario della Liberazione – FOTO della cerimonia istituzionale svoltasi a Padova, alla presenza della Presidente del Senato On. Elisabetta Alberti Casellati

     

_____________________________

Cassino, 6-7 aprile 2019: il Consiglio Nazionale ANCFARGL

____________________________________________________

4 aprile 2019: la Guerra di Liberazione spiegata ai giovani di oggi attraverso i ricordi dei giovani degli anni ’40 del secolo scorso, ospiti dell’IRA Padova

Locandina dell’evento 4 aprile 2019

Lo scorso 4 aprile 2019 presso l’Istituto di Riposo per Anziani – IRA di Padova, l’Ancfargl ha organizzato un incontro tra i giovani di oggi – gli studenti della scuola superiore di secondo grado Leonardo da Vinci – ed i giovani degli anni ’40 del secolo scorso – ospiti del pensionato Piaggi. Il nostro Socio Gen. C.A. Enrico Pino, Consigliere nazionale e coordinatore reg. est, ha illustrato le fasi principali della Guerra di Liberazione. Gli alunni della scuola Leonardo da Vinci hanno ascoltato e partecipato con molto interesse. Ma i veri protagonisti sono stati i “giovani di allora”, che hanno ricordato come si viveva in quel periodo: i combattimenti, gli attacchi aerei, la fame; tante storie di sofferenza ma anche di coraggio, determinazione, solidarietà e rinascita. Dai “giovani di oggi” l’applauso, un sincero ringraziamento e l’impegno a lavorare per un mondo migliore.

Il Gen. C.A. Enrico Pino illustra le fasi principali della Guerra di Liberazione ed il contributo dei militari italiani

Gli studenti dell’Istituto Leonardo da Vinci di Padova

Ascoltando i ricordi di: Mirelia Agostini, Vincenzo Campolo, Leda Forza, Lilia Fraschetti, Antonia Ghirotti, Clara Nepitello, Elsa Oletto, Graziella Tosi e Ino Zaggia

Il saluto finale sulle note del “Silenzio” per ricordare i Combattenti della Guerra di Liberazione

_________________________________________________

3 – 4 Novembre 2018: festa dell’Unità Nazionale, giornata delle FF.AA. e 100° anniversario della firma dell’Armistizio

Cento anni fa, il 3 novembre 1918, alle ore 18,39 a Villa Giusti a Padova veniva firmato il trattato di pace che sanciva la fine della Prima Guerra Mondiale. L’armistizio veniva reso pubblico il 4 novembre 1918.

Padova ha ricordato questo evento con l’alzabandiera organizzato dal Comune di Padova e dal Comando Forze Operative Nord, con l’accompagnamento della fanfara dei Bersaglieri.

Festa della Repubblica – 2 giugno 2018

Locandina Villanova del Ghebbo (RO)

    

Villanova del Ghebbo (RO): inaugurata il 2 giugno 2018 la mostra “Uomini in Guerra”.

La Festa della Liberazione – 25 aprile 2018

A Padova l’A.N.C.F.A.R.G.L., assieme all’Ass. Combattenti e Reduci, all’A.N.P.I. e ad Assoarma, accompagna la deposizione di una corona di alloro alla lapide in ricordo dei militari caduti.

da “Il Gazzettino” del 26.04.2018

Padova, 25 aprile 2018: il link al programma delle celebrazioni del 73° anniversario della Liberazione

invito 25 aprile

_____________________________________________

Esposizione della mostra “Uomini in Guerra: le Forze Armate nella Guerra di Liberazione 1943 – 1945”

_________________________________________________

Padova, 18 aprile 2018

Inaugurazione della Mostra “Uomini in Guerra” presso il Museo della Terza Armata in Padova, Via Altinate n.59, alla presenza dell’Assessore Avv. Diego Bonavina in rappresentanza del Comune di Padova.

In visita gli studenti della scuola secondaria “A. Vivaldi” di Padova

Il Gen. C.A. Enrico Pino illustra le fasi principali della Guerra di Liberazione.

______________________________________________

Gennaio 2018:

La Sezione di Padova partecipa alla Giornata della Memoria 2018

Il giorno 21 gennaio 2018 la Sezione A.N.C.F.A.R.G.L. di Padova ha inaugurato la mostra itinerante “Uomini in Guerra” allestita presso la sala polivalente del Comune di Bovolenta (PD).

La locale Amministrazione Comunale aveva richiesto l’esposizione della mostra nell’ambito di una serie di iniziative legate alla Giornata della Memoria, che vedevano anche una conferenza su Giorgio Perlasca ed il posizionamento di una “pietra di inciampo” alla memoria di due giovani del paese vittime del nazifascismo.

Bovolenta 21.01.2018

Tutte queste attività erano indirizzate principalmente ai giovani delle scuole locali, che hanno partecipato numerosi e con molto interesse. In particolare, hanno visitato la mostra tre classi della Scuola media “C. Sibiliato” di Bovolenta, accompagnati dai loro professori. I ragazzi hanno ascoltato con attenzione l’esposizione dei fatti relativi alla Guerra di Liberazione da parte del Gen. C.A. Enrico Pino, nostro Vicepresidente Nazionale, intervenendo anche con domande e racconti di esperienze sentite dai nonni. Anche i professori hanno mostrato interesse e soprattutto hanno evidenziato le numerose lacune dei libri di testo su questo periodo storico.

Sempre nell’ambito delle commemoriazioni della Giornata della Memoria, la Sezione di Padova ha partecipato alla cerimonia del 26 gennaio 2018 organizzata dal Comune di Padova, dall’A.N.E.I. e dal Comando Militare Forze Operative Nord presso il Tempio dell’Internato Ignoto, al termine della quale il Prefetto di Padova ha consegnato le medaglie d’onore ai militari e ai civili deportati ed internati nei lager nazisti. Il Tempio dell’Internato Ignoto è un sacrario, unico nel suo genere in Italia, realizzato a ricordo degli internati nei lager nazisti durante la seconda guerra mondiale; ad esso è affiancato il Museo dell’Internamento realizzato dall’A.N.E.I. di Padova, dedicato alle vicende vissute dai militari italiani deportati in Germania.

___________________________________________

8 dicembre 2017: anniversario della battaglia di Monte Lungo

Il Sacrario militare di Monte Lungo (CE) ricorda l’eroico sacrificio dei militari italiani che qui combatterono la sanguinosa battaglia dell’8-16 dicembre 1943 per conquistare l’importante postazione tedesca.

                      

Il Presidente Nazionale A.N.C.F.A.R.G.L. Amb. Alessandro Cortese de Bosis rende omaggio alla tomba del Gen. Umberto Utili.

____________________________________________________

Roma, 8 Settembre 2017

Il Gen. C.A. Enrico Pino, Vice Presidente Nazionale A.N.C.F.A.R.G.L. per l’Esercito,  pronuncia il discorso commemorativo della battaglia di Porta San Paolo dell’8 settembre 1943, simbolo dell’inizio della Guerra di Liberazione

 

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella depone una corona di alloro al Monumento ai Militari Caduti della Guerra di Liberazione

 

 

Il Gen. C.A. Enrico Pino, Vice Presidente Nazionale A.N.C.F.A.R.G.L. per l’Esercito, durante il discorso ufficiale, alla presenza del Ministro della Difesa Sen. Roberta Pinotti e delle più alte cariche militari

 

       

Onori al Monumento ai Caduti Militari della Guerra di Liberazione

 

 

Padova, 8 settembre 2017

Inaugurazione della mostra sulla Guerra di Liberazione e sull’Internamento realizzata in collaborazione con l’A.N.E.I. presso le Scuderie di Palazzo Moroni – Municipio di Padova

  

Il Gen. B. (aus) Maurizio Lenzi inaugura la mostra realizzata dall’A.N.E.I. con la partecipazione dell’A.N.C.F.A.R.G.L.

__________________________________________________

25 Aprile 2017: festa della Liberazione

In programma a Padova: ore 10,15 via VIII febbraio, cerimonia istituzionale con la deposizione della corona di alloro ai caduti; a seguire, ore 11,15 Sala Paladin di Palazzo Moroni, conferenza sul tema “Resistenza e Guerra di Liberazione” (in collaborazione con ANEI ed ANPI); tra i relatori il Gen. C.A. Enrico Pino – Vicepresidente Naz. ANCFARGL per l’Esercito.

25 APRILE 2017 – invito pieghevole

Ore 10.30 Inizio cerimonia
Alzabandiera

Onori ai Caduti e deposizione delle corone di alloro
Intervento: Paolo De Biagi (Commissario Straordinario del Comune di Padova)
Orazione ufficiale: Francesco Arnau
(Comitato provinciale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia)
Accompagnamento musicale a cura della Fanfara dei Bersaglieri in congedo – Sezione Achille Formis di Padova

A seguire:
Sala “Livio Paladin” Palazzo Moroni
Ore 11.15 Conferenza: “Resistenza e Guerra di Liberazione
Introduzione
Gen. B. (aus) Maurizio Lenzi, Presidente provinciale  A.N.E.I.
Relatori:
Gastone Gal, Consigliere provinciale A.N.E.I.
Maurizio Angelini, Vicepresidente provinciale A.N.P.I.
Gen. C. A. (aus) Enrico Pino, Vicepresidente nazionale A.N.C.F.A.R.G.L.

La relazione del Gen. C.A. Enrico Pino (in due parti):

_

Padova, Festa della Liberazione 25 aprile 2017

         

_______________________________________________

Consiglio Nazionale A.N.C.F.A.R.G.L. 2017:

In data 1-2 aprile 2017 si è tenuto a Chianciano Terme il Consiglio Nazionale A.N.C.F.A.R.G.L., una bella ed immancabile occasione di incontro e di condivisione tra le varie Sezioni d’Italia coordinate dal Presidente Nazionale Amb. Alessandro Cortese de Bosis, ospiti il Sottosegretario alla Difesa Gen. C.A. On. Domenico Rossi ed illustri cariche militari, civili e religiose.

Molte le proposte e le iniziative scaturite nel corso dei lavori, finalizzate alla prosecuzione della memoria e dei grandi valori della Guerra di Liberazione.

1-2 aprile 2017: Consiglio Nazionale A.N.C.F.A.G.L. – Chianciano T.

 

1-2 aprile 2017: Consiglio Nazionale A.N.C.F.A.G.L. (Chianciano T.)

 

chi siamo

COS’È L’A.N.C.F.A.R.G.L.:
L’Associazione Nazionale dei Combattenti della Guerra di Liberazione inquadrati nei reparti regolari delle FF.AA. (A.N.C.F.A.R.G.L.) è’ nata nel 1963 su iniziativa di coloro che nel periodo tra il 1943 ed il 1945 si trovarono a far parte delle Forze Armate italiane regolari e combatterono nella Guerra di Liberazione. E’ una associazione apolitica e senza scopo di lucro, nata dalla necessità, a guerra conclusa, di non dimenticare i grandi valori della Guerra di Liberazione ed il fondamentale contributo ad essa dato dalle Forze Armate regolari italiane.

PERCHÉ L’A.N.C.F.A.R.G.L.:
Il biennio 1943 – 1945 è probabilmente stato il periodo storico più decisivo per l’Italia nel XX secolo; un periodo durato 20 mesi, iniziato l’8 settembre 1943, nel quale la popolazione italiana lottò contro il nazifascismo per ritornare a quella libertà che aveva duramente conquistato nel Risorgimento. Fu una lotta combattuta in molti modi, caratterizzata da una incredibile ed inaspettata confluenza di forze tra loro molto eterogenee ma finalizzate all’unico obiettivo: la libertà.
Gli storici hanno qualificato la Guerra di Liberazione come “il secondo Risorgimento italiano”, perché ha restituito all’Italia i valori risorgimentali di libertà, unità ed indipendenza duramente conquistati nel XIX secolo, ma poi soppressi dal regime fascista.
In questo ambito, particolarmente significativo, e purtroppo ancora poco conosciuto, è stato il contributo dato dalle Forze Armate regolari italiane, costituite da tutti quei militari italiani che dopo l’8 settembre 1943 continuarono a rimanere inquadrati nei reparti regolari, tenendo fede al loro giuramento e al loro dovere: fino a quel momento essi avevano combattuto con i Tedeschi contro gli Alleati, ma dopo l’armistizio le cose si capovolsero, i nemici diventarono amici, e quelli con i quali avevano combattuto fino a quel giorno diventarono i nemici. Certamente è difficile, per chi non ha vissuto quei momenti, capire il loro stato d’animo, il loro dilemma e la difficoltà delle scelte che si trovarono ad affrontare: eppure essi si comportarono seguendo la coscienza ed il senso del dovere, anche se questo significava sopportare sacrifici e privazioni inimmaginabili.
Adesso, dopo più di 70 anni, i combattenti sono sempre di meno, ma loro ci hanno dato tanto: la nostra patria, la nostra libertà, la nostra vita. In cambio loro chiedono solo una cosa: non dimenticateci. Ecco dunque perché l’A.N.C.F.A.R.G.L. continua ad esistere oggi, a più di 70 anni dalla Guerra di Liberazione: perché è importante e doveroso, per noi e per le generazioni future, ricordare come e con quali sacrifici è stata conquistata la libertà di cui godiamo appieno e che spesso diamo per scontata. Perché ricordare è anche il modo migliore per ringraziare.

COSA FA L’A.N.C.F.A.R.G.L.:
L’Associazione opera nel territorio nazionale, attraverso la Presidenza Nazionale di Roma e attraverso le Sezioni localizzate in tutta Italia. I Soci sono gli ex combattenti, ma anche i loro familiari, coniugi, figli, fratelli, nipoti e pronipoti, nonché in genere tutti coloro che sono interessati alla materia e ai valori spirituali rappresentati dalle gesta compiute dalle nostre Forze Armate durante la Guerra di Liberazione.
L’Associazione raccoglie libri, documentazione, testimonianze, fotografie, insomma tutto ciò che è utile a ricostruire tutte quelle le storie, siano esse piccole o grandi, semplici o valorose, drammatiche o liete, che compongono la Guerra di Liberazione.
Ad esempio, la storia del Socio Mario Gallana di Battaglia Terme – Caporale Maggiore: l’8 settembre si trovava in Corsica, fu fatto prigioniero dai tedeschi, riuscì a fuggire riparandosi in un bosco; per non venire scoperto dai tedeschi, e per sfuggire all’attacco di un branco di cinghiali, trovò rifugio su un albero, si legò ai rami con la cinghia dei pantaloni e lì rimase, con la febbre, per un giorno e per una notte. Riuscì a raggiungere il Comando italiano, poi venne trasferito a Napoli ed inquadrato nel Gruppo di Combattimento “Friuli”.
Oppure la storia del Socio Alberto Giopp, di Cittadella ma originario di Lamon – Tenete Colonnello: si trovava in Calabria; dopo l’armistizio non si sapeva cosa fare, non c’erano più viveri, molti cercavano di tornare a casa; poi uscirono i manifesti dell’autorità italiana con le indicazioni di dove dovevano andare i vari reggimenti, e lui con mezzi di fortuna raggiunse le montagne della Calabria.
O ancora la storia del Socio Franco Finzi, di Bologna, Tenente: dopo l’armistizio, i Tedeschi occuparono la sua caserma a Firenze, facendo prigioniero tutto il Reggimento; lui, insieme ad altri commilitoni, riuscì a fuggire attraverso il sistema fognario della caserma; ritornò a casa a Bologna, ma dopo aver sentito per radio Bari l’annuncio che il Re ed il governo si erano temporaneamente trasferiti a Brindisi, capì che dalla Puglia sarebbe partita l’offensiva per respingere l’invasione nazista. Partì quindi da casa in bicicletta, diretto verso sud; a Termoli trovò un peschereccio che lo portò a Bari; poi entrò nel Primo Raggruppamento Motorizzato e l’8 dicembre 1943 prese parte in prima linea alla battaglia di Monte Lungo.
A distanza di tanti anni, questi ex combattenti ricordano ancora con estrema chiarezza i fatti drammatici della Guerra di Liberazione e nei loro occhi si leggono ancora l’ardore ed il coraggio di un tempo:“Io sono ancora fiero del dovere compiuto per conquistare la libertà e la democrazia di tutti gli italiani. E queste cose è giusto che non vengano dimenticate dalle future generazioni, che forse non crederanno a quanto ho raccontato. Ma sono tutti fatti veri.
Poiché sappiamo che senza memoria non c’è futuro, l’A.N.C.F.A.R.G.L. persegue lo scopo di ricordare e soprattutto di informare, proponendo libri, pubblicazioni ed approfondimenti sui molteplici aspetti della Guerra di Liberazione, realizzati anche grazie al nostro Centro Studi e alla redazione della nostra rivista “Il secondo Risorgimento”. Inoltre organizza incontri, convegni e mostre, sia a livello locale che nazionale, coinvolgendo anche gli studenti delle scuole e delle università: in molte occasioni, infatti, abbiamo potuto apprezzare grande interesse da parte dei giovani, magari scaturito da qualche racconto sentito in casa dai nonni, che poi ha suscitato grande curiosità e dato lo spunto per interessanti approfondimenti.

L’A.N.C.F.A.R.G.L. partecipa poi alle numerose cerimonie organizzate sia a livello locale che a livello nazionale, in occasione delle principali ricorrenze storiche (es. il 25 aprile, il 2 giugno, l’8 settembre, l’8 dicembre), allo scopo di ricordare e tramandare i valori che hanno fatto la storia dell’Italia libera.
Nella realizzazione delle numerose attività, l’A.N.C.F.A.R.G.L. collabora anche con le altre associazioni combattentistiche e d’arma, ad esempio con l’Associazione dei Combattenti e Reduci, con l’Associazione degli Ex internati, con l’Associazione dei Partigiani; collabora altresì con le scuole e con l’Università, in particolare con il Centro di Ateneo per la Storia della Resistenza e dell’età contemporanea; collabora inoltre con gli Enti Locali, che sono particolarmente attenti e sensibili alla necessità di tramandare il ricordo ed i valori della nostra storia.

Gli aggiornamenti e gli approfondimenti sull’attività della Sezione di Padova e sull’A.N.C.F.A.R.G.L. in genere verranno pubblicati sul sito internet www.ancfarglpadova.it.

LINK UTILI:

Sito web della Presidenza Nazionale ANCFARGL:

http://www.ancfarglpresidenzanazionale.org/wpfargl/

Siti web di altre Sezioni A.N.C.F.A.R.G.L.:

www.combattentiliberazione.it (Sezione di Roma Capitale)

_______

www.museodellinternamento.it/ (A.N.E.I. e  Museo dell’Internamento di Padova)

A.N.C.R. Ass. Naz. Combattenti e reduci – Sez. di Padova (Ass. Naz. Combattenti e Reduci – Sezione di Padova)

http://www.anpi-padova.it/ (Ass. Naz. Partigiani d’Italia – Sezione di Padova)

www.casrec.unipd.it (Centro di Ateneo per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea – Università di Padova)